L’intelligenza artificiale è certamente una tecnologia strategica che offre molti vantaggi per i cittadini, l'economia e la società nel suo complesso e tuttavia è fondamentale interrogarsi sui limiti, o meglio, sulle prospettive del suo sviluppo ed utilizzo. Infatti, la tecnologia dell’intelligenza artificiale non è “neutrale”, in quanto modifica il contesto e la vita delle persone e dipende dalle motivazioni per le quali viene realizzata, dalle modalità della sua implementazione nonché dai suoi effetti. Dunque, rappresenta una “questione morale” in quanto chi progetta, produce e distribuisce sistemi di intelligenza artificiale può potenzialmente danneggiare o beneficiare le persone, le organizzazioni e la società, laddove i comportamenti possono essere conformi o violare le norme morali condivise circa una condotta giusta o sbagliata.  Come progettare e realizzare una tecnologia di intelligenza artificiale “responsabile”? Il “Libro bianco sull’intelligenza artificiale” della Commissione Europea definisce l’approccio etico europeo alla tecnologia e fornisce chiare indicazioni circa un nuovo quadro normativo che evidenzia le implicazioni etiche che l’intelligenza artificiale pone, nonché i criteri per “porre al centro la Persona” e rispettare i diritti umani fondamentali. Per tali motivi sarà normativamente necessario che la progettazione, realizzazione ed erogazione di una tecnologia di intelligenza artificiale necessiti di una specifica competenza etica dei progettisti e sviluppatori. In particolar modo per il professionista ingegnere, che, per cogliere queste straordinarie opportunità, deve sviluppare ed articolare le proprie skill anche sul versante della competenza etica.
Tipo Convegno
Settore Etica e Deontologia
Altri Settori Informatica e Telecomunicazioni
Luogo Fondazione Ordine Ingegneri Milano - Piattaforma ZOOM
Regione Lombardia
Comune Milano
Provincia Milano
Responsabile Scientifico Ing. Patrizia Giracca
Organizzatore Ordine Ingegneri Provincia di Milano in Collaborazione con UNI
Informazioni Richiedi Informazioni
Durata 3,5 ore
Frequenza minima 3 ore
Costo (IVA esclusa) Gratuito
Costo iscritti Ordine Ingegneri Milano (IVA esclusa) Gratuito
CFP 3
Iscrizioni Aperte
Posti rimanenti 210
martedì, 29 settembre 2020
Inizio16:00
Fine19:30
Programma
- L’intelligenza artificiale e le straordinarie potenzialità delle sue applicazioni. I limiti dell’intelligenza artificiale. L’impossibilità che un computer acquisisca consapevolezza ed autonomia di giudizio etico.
- Le applicazioni dell’intelligenza artificiale nel campo ingegneristico che pongono dei problemi di natura etica che necessitano di nuove competenze professionali.
- Il legame innegabile dell’Etica con l’Intelligenza artificiale e l’innovazione: “il desiderio di essere umani” vs. una concezione amorale e deresponsabilizzante della tecnologia. L’approccio antropocentrico e del rispetto dei diritti umani universali – deontologia kantiana.
- Il “Libro bianco sull’intelligenza artificiale” della Commissione Europea: requisiti normativi per l’adozione dell’IA ed affrontare i rischi associati agli utilizzi della tecnologia, in particolare la “sorveglianza umana”.
- La competenza etica (conoscenze, abilità, autonomia e decisione) quale soft skill necessaria per la partecipazione del professionista ingegnere alla governance dell’intelligenza artificiale.
- Presentazione del percorso “Ethics Leader” realizzato in collaborazione con UNI: finalità, contenuti, modalità per lo sviluppo della competenza etica dell’ingegnere
Apertura Iscrizioni08/09/2020 12:00
Termine Iscrizioni29/09/2020 19:30

Iscriviti ora
Sei già iscritto?
Puoi controllare lo stato della tua iscrizione (in attesa di conferma, in attesa di pagamento, attiva) o caricare la conferma di pagamento accedendo alla tua area personale.