A quasi trent’anni dall’uscita dell’Italia dal nucleare, ci sono ancora migliaia di tonnellate di scorie radioattive nel nostro paese e altre rientreranno dall’estero dopo essere state opportunamente trattate. Ma l’Italia ancora non ha un deposito unico nazionale per questi rifiuti, oggi distribuiti in vari depositi temporanei. 
La SOGIN, società controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal 1999 è incaricata di risolvere la questione. Ci troviamo con i dirigenti di questa società e dell’ISPRA per capire meglio il quadro di un problema dimenticato e in parte difficile da comunicare al pubblico.
Sarà dato spazio anche agli aspetti tecnici e teorici del decommissioning degli impianti, che saranno illustrati dal responsabile del settore per il Joint Research Center della Commissione Europea.

Tipo Seminario
Settore Ambiente, Urbanistica, Infrastrutture
Altri Settori Energia e Impianti
Luogo Fondazione Ordine Ingegneri Milano
Regione Lombardia
Comune Milano
Provincia Milano
Indirizzo Viale A. Doria, 9
Responsabile Scientifico Ing. Augusto Allegrini
Organizzatore Ordine Ingegneri Provincia di Milano in collaborazione con CROIL
Informazioni Richiedi Informazioni
Durata 4 ore
Frequenza minima 3 ore
Costo (IVA esclusa) Gratuito
Costo iscritti Ordine Ingegneri Milano (IVA esclusa) Gratuito
CFP 3
Iscrizioni Chiuse
Posti rimanenti 19
mercoledì, 15 maggio 2019
Inizio09:00
Fine13:00
Programma
Ore 08.45 Registrazione dei partecipanti

Ore 09:00 Saluti Iniziali
Ing. Augusto Allegrini – Presidente CROIL
Ing. Luca Giaccari - Presidente Commissione Ambiente CROIL
Introduzione 
Giovanni Zagni - giornalista
L’intervento iniziale inquadrerà il nucleare italiano in prospettiva storica, ripercorrendo le tappe principali della diffusione del nucleare civile fino al definitivo accantonamento dell’opzione nucleare, dopo il referendum del 2011.

Prima sezione
Ing. Paolo Peerani - JRC
Nell’ottica di un incontro che fornisca informazioni di tipo tecnico per i professionisti presenti, la prima parte si concentrerà sulle informazioni generali a proposito del decommissioning:
? Processo di smantellamento e caratteristiche specifiche delle varie parti degli impianti;
? tipologie di rifiuti radioattivi, loro provenienza, classificazione e modalità di trattamento;
? altri tipi di rifiuti radioattivi non da centrali.

Seconda sezione
Dott. Marco Sabatini Scalmati - Responsabile Media Relations SOGIN
La seconda parte introdurrà l’operatore italiano che cura il decommissioning di otto siti nucleari e gli strumenti di comunicazione adottati per trasferire al grande pubblico quanto i tecnici realizzano, introducendo il tema del Deposito Nazionale:
? Ruolo e attività di SOGIN, la società pubblica incaricata della gestione degli impianti nucleari italiani;
? comunicare il decommissioning, la gestione dei rifiuti radioattivi e il tema del deposito nazionale: l’esperienza di Sogin.

Terza sezione
Dott. Fabio Chiaravalli - Direttore Deposito Nazionale e Parco Tecnologico SOGIN
La terza parte dell’incontro si concentrerà sugli aspetti tecnici del progetto del Deposito Nazionaleper i rifiuti radioattivi, da realizzare all’interno di un Parco Tecnologico. In particolare, verrà illustrato: 
? Il progetto del Deposito unico nazionale e le sue caratteristiche tecniche: presentazione dei dati progettuali e immagini di un importante esempio straniero (deposito nazionale francese dell’Aube);
? i criteri di scelta del sito e la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee. 

Quarta sezione
Dibattito e Conclusioni

Ore 13.00 Fine lavori

Apertura Iscrizioni02/05/2019 10:00
Termine Iscrizioni15/05/2019 18:00

Siamo spiacenti le iscrizioni al corso si sono chiuse il 15/05/2019 alle 18:00
Sei già iscritto?
Puoi controllare lo stato della tua iscrizione (in attesa di conferma, in attesa di pagamento, attiva) o caricare la conferma di pagamento accedendo alla tua area personale.