L’obiettivo della comunicazione di cantiere non è solo informare, ma costruire una relazione fra l’amministrazione, il soggetto che apre il cantiere e il cittadino. Relazione di cui il cantiere è il veicolo di scambio e il luogo di incontro e interazione.
Uno scambio che si basa sulla costruzione di valore reciproco. Così l’amministrazione prende valore dalla partecipazione, perché realizza al massimo la propria missione e il cittadino vede migliorato il proprio standard di vita e la qualità dell’ambiente urbano in cui vive e/o lavora.
Tipo Seminario
Settore Ambiente, Urbanistica, Infrastrutture
Luogo Centrale dell'Acqua di Milano
Regione Lombardia
Comune Milano
Provincia Milano
Indirizzo Piazza Diocleziano, 5
Responsabile Scientifico Ing. Salvatore Crapanzano
Organizzatore Ordine Ingegneri Provincia di Milano in collaborazione con Ordine dei Giornalisti della Provincia di Milano in collaborazione con MM Academy
Informazioni Richiedi Informazioni
Durata 7 ore
Frequenza minima 7 ore
Costo (IVA esclusa) Gratuito
Costo iscritti Ordine Ingegneri Milano (IVA esclusa) Gratuito
CFP 5
Iscrizioni Aperte
venerdì, 05 aprile 2019
Inizio10:00
Fine17:00
Programma
09:30 Registrazione partecipanti
10:00 Inizio lavori
Intelligence
Lo scenario attuale. Arroganza, digitale e costruzione del valore
1. Cantieri, istituzioni, cittadinanza
2. Ecosistemi sociali e digitali
3. Dalla comunicazione alla pubblica relazione: la narrazione e lo storytelling
4. Costruire l’accettazione da parte degli stakeholder
5. Reputazione e consenso
6. L’accettazione del rischio, la vulnerabilità del sistema

I luoghi, la visione strategica e gli approcci tattici
1. I luoghi urbani e le varie categorie di utilizzatori
2. Vissuti diversi, esigenze diverse ma un luogo unico
3. I tre interventi urbani:
   a. La manutenzione
   b. La ristrutturazione
   c. Il grande intervento infrastrutturale

4. Intelligence and Action. Conoscere i pubblici, comprenderne le sensibilità e le esigenze

5. Costruire il luogo della narrazione. Il sito e la costellazione social

L’operatività
1. Il processo operativo di costruzione della comunicazione e gli strumenti. Il cantiere come evento, lo scopo come narrazione.
2. Lo storytelling per governare la percezione e coinvolgere nello scopo
3. Costruire la storia dell’intervento, ovvero il ciclo dell’eroe: teasing. on time, follow-up
4. Creare i bisogni e soddisfarli.

13:00 Pausa pranzo
Docenti
Ing. Bruno Finzi
venerdì, 05 aprile 2019
Inizio14:00
Fine17:00
Programma
14:00 Ripresa dei lavori

Action
La strategia e la tattica
1. Strumenti e regole
   a. Analisi del contesto, degli stakeholder. Identificazione dei pubblici e degli utilizzatori
   b. Definizione dell’intervento. Identificazione dello scopo e degli strumenti narrativi adatti e sviluppo del racconto
   c. Redazione del piano strategico, definizione dell’identità grafica, stesura del cronoprogramma. Definizione delle linee narrative.
   d. Costruzione del team operativo

Strumenti analogici
1. Strumenti di comunicazione diretta ai cittadini
   a. Comunicazioni personalizzate ai frontisti
   b. Materiali informativi
   c. Cesate di cantiere
   d. Discussione Informata: per aiutare il dibattito
   e la costruzione di decisioni condivise e. Social Map: per organizzare mappature collaborative
   f. Brainstorming: per raccogliere e selezionare idee
   g. Consultazione: per organizzare questionari con requisiti di attendibilità e anonimato
   h. Calendario Eventi: per condividere gli avvenimenti localizzati di un territorio

2. Le pubbliche relazioni e le relazioni con i media
   a. La coalition building
   b. Le community relations
   c. Facilitazione dei processi
   d. Dibattito pubblico e tavolo degli stakeholder
   e. Le campagne di lobbying e di grassroots lobbying
   f. Comunicare tutte le fasi del cantiere
   g. Il coordinamento con gli uffici stampa delle istituzioni e dei costruttori
   h. Monitoraggio della stampa locale
   i. Visite al cantiere
sabato, 06 aprile 2019
Inizio10:00
Fine13:00
Programma
09:30 Registrazione partecipanti

10:00 Inizio lavori
Gli strumenti digitali
2. Dai social network alle digital PR. La narrazione transmediale
   a. Social network e social media management
   b. Gestione delle digital PR e delle relazioni con gli influencers
   c. La disintermediazione e la predisposizione di strumenti di interazione diretta
   d. La community organizing
   e. E-petitioning: per gestire petizioni con raccolta di firme online
   f. Media Gallery: per creare collezioni multimediali collaborative

La crisis prevenction
   a. Mediazione dei conflitti
   b. Conflict assessment
   c. Sicurezza partecipata
   d. Analisi della vulnerabilità
   e. Studio dei thread e definizione delle risposte
   f. Definizione dei piani di reazione

13:00 Fine lavori e chiusura seminario
Apertura Iscrizioni14/03/2019 10:00
Termine Iscrizioni05/04/2019 08:00

Iscriviti ora
Sei già iscritto?
Puoi controllare lo stato della tua iscrizione (in attesa di conferma, in attesa di pagamento, attiva) o caricare la conferma di pagamento accedendo alla tua area personale.