Progetti per la qualità urbana e contributo delle professioni tecniche

EVENTO IN FAD SINCRONA
L’emergenza sanitaria ha posto delle questioni urbane e socio-economiche rilevanti che si aggiungono a quelle della sostenibilità energetica/ambientale già in agenda da alcuni anni: la gestione della “salute” negli spazi urbani e nelle architetture pubbliche come precondizione per la loro attrattività; la capacità di adattamento e di proporre un “urbanesimo aperto e flessibile”; la qualità degli spazi pubblici per i momenti indispensabili della vita in comune; la gestione della mobilità urbana dei milanesi e dei city users che giungono a Milano; la relazione tra fornitura di servizi e disuguaglianze economiche accresciute dal Covid; etc. 
Tutto ciò può rappresentare per Milano l’opportunità di ripensare il proprio futuro attraverso una nuova generazione di opere pubbliche, di servizi urbani ed investimenti che alzino il livello della qualità della città collettiva, andando oltre gli interventi improvvisati e temporanei e coinvolgendo la città in modo strutturale oltre il “tatticismo” e l’emergenza. Sono coinvolti i luoghi del lavoro, dell’abitare, del tempo libero, della mobilità e dello studio. Il target sono i cittadini milanesi ma anche i city-users che concorrono a generare l'economia della città. Da questi punti di vista l’emergenza sanitaria può diventare opportunità per un città migliore.
Obiettivo formativo del seminario è, in primo luogo, riflettere su quale nuova generazione di servizi e interventi architettonici di qualità possa portare ad una Milano più attrattiva, efficiente e solidale; e, dall’altro, capire quali expertise tecniche debbano avere i progettisti di queste opere pubbliche e servizi, dentro e fuori la PA, focalizzandosi nello specifico sul contenuto delle discipline architettoniche e ingegneristiche. Il focus formativo è come ci si debba attrezzare per affrontare questa sfida, a partire dagli strumenti e dalle competenze tecniche presenti nella PA.

Tipo Seminario
Settore Pubblica Amministrazione
Altri Settori FAD Sincrona
Regione Lombardia
Comune Milano
Provincia Milano
Responsabile Scientifico Ing. Bruno Finzi
Organizzatore Ordine Ingegneri Provincia di Milano
Informazioni Richiedi Informazioni
Durata 4 ore
Frequenza minima 3 ore
Costo (IVA esclusa) 15.00€
Costo iscritti Ordine Ingegneri Milano (IVA esclusa) 15.00€
CFP 3
Iscrizioni Aperte
Posti rimanenti 12
lunedì, 26 ottobre 2020
Inizio09:00
Fine13:00
Programma
9.00 - Saluti istituzionali
Introduce l’incontro e modera: arch. Vito Redaelli, Consigliere Ordine Architetti PPC Milano

9.15 -  Città e metropoli: lo scenario ridisegnato dalla pandemia e le risposte auspicabili: prof. Giancarlo Consonni, Urbanista

9.45 - Tra città costruita e servizi: esperienze dirette in Milano durante il lockdown: dott. Michele Petrelli, Comune di Milano, Direttore Centrale della Direzione Politiche Sociali

10.15 - Il progetto architettonico all’interno della Pubblica Amministrazione e il processo di rafforzamento/qualificazioni in atto: arch. Demetrio Scopelliti, AMAT, Direttore Area Sviluppo del Territorio e Urbanistica

10.45 - Pausa

11.00 - Buone pratiche tra stage e affiancamenti per la centralità del progetto dell’opera pubblica: prof. ing. Michela Tiboni, Comune di Brescia, Assessore All’Urbanistica e pianificazione per lo sviluppo sostenibile

11.30 - La "città contesa" nel progetto della infrastruttura stradale: ing. Stefano Riazzola, Comune di Milano, Direttore Area Pianificazione e Programmazione Mobilità

12.00 - Il progetto dello spazio pubblico: questioni aperte: arch. Loredana Brambilla, Comune di Milano, Responsabile Unità Programmazione, Progettazione e Realizzazione Arredo Urbano

12.30 - Conclusioni e domande
Apertura Iscrizioni16/10/2020 18:00
Termine Iscrizioni25/10/2020 18:00

Iscriviti ora
Sei già iscritto?
Puoi controllare lo stato della tua iscrizione (in attesa di conferma, in attesa di pagamento, attiva) o caricare la conferma di pagamento accedendo alla tua area personale.